26. Aprile 2019 · Commenti disabilitati su Riorganizzazione del MoVimento: l’assemblea di Milano del 4 maggio · Categorie:M5S

Il Movimento 5 è chiamato a una piccola grande rivoluzione interna – declinata in quattro temi specifici – che sarà discussa e decisa da tutta la nostra comunità.

Il dibattito è partito sul Blog delle Stelle con tre interventi di Luigi Di Maio (il 13 febbraio, il 26 febbraio e il 18 marzo) a cui è seguita l’apertura di un’area di ascolto su Rousseau dedicato alla raccolta delle opinioni degli iscritti al Movimento.

L’ascolto e il confronto proseguono ora con incontri fisici. In questi giorni in ogni regione sono state convocate delle assemblee – aperte a portavoce, iscritti e simpatizzanti – con un ordine del giorno comune riguardante i quattro temi relativi alla riorganizzazione interna del Movimento.

Considerando le dimensioni della nostra regione, in Lombardia sono state organizzate tre assemblee per favorire la partecipazione di tutti. Oltre a quella di Lecco e Mantova, si terrà una riunione a Milano sabato 4 maggio, dalle ore 9,30 alle 17.30, presso il Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61.

I contributi che arriveranno da ogni regione saranno raccolti dai portavoce nazionali che riferiranno in assemblee specifiche con Luigi Di Maio.

Infine il capo politico del Movimento avrà il compito di fare sintesi da tutto ciò che è emerso durante il dibattito (opinioni espresse nell’area di ascolto di Rousseau, nelle riunioni regionali, nelle assemblee dei parlamentari) e fare una proposta per ciascuno dei quattro temi affrontati. Questa proposta verrà messa ai voti su Rousseau.

In questa fase, quindi, abbiamo come obiettivo di concentrarci sui quattro temi dirimenti per il futuro del nostro Movimento. Su questi quattro argomenti verterà l’assemblea.

1. REFERENTI TEMATICI E REFERENTI REGIONALI

Si è ravvisata l’esigenza di avere uno o più referenti per ogni tema a livello nazionale che si interfaccino con i vari livelli istituzionali, in modo da avere una linea politica condivisa, dai territori fino al governo nazionale, sui diversi argomenti. Bisognerà stabilire come individuare questi referenti e decidere in che modo verrà  delineata la posizione del Movimento sull’argomento in questione (es. gruppi tematici nazionali).

Per avere un maggior dialogo con i territori, si è deciso di valutare l’opportunità di introdurre la figura dei referenti regionali. Anche in questo caso dovremo stabilire la modalità di individuazione di queste figure, gli ambiti di competenza, le funzioni ecc..

2. DOPPIO MANDATO

In discussione ci sarà il tema del doppio mandato dei consiglieri comunali: se deve essere cambiata la regola che il vincolo del doppio mandato sia assoluto o se, invece, un mandato da consigliere possa essere non vincolante per altri due successivi su diversi livelli.

3. LISTE CIVICHE

Dovremo discutere la possibilità che il Movimento 5 Stelle, nelle tornate amministrative, sia appoggiato da liste civiche.

4. VOTAZIONI ROUSSEAU

Saremo chiamati a decidere come utilizzare maggiormente Rousseau al fine di discutere e votare sempre di più su temi e argomenti del dibattito politico.

SVOLGIMENTO ASSEMBLEA DI MILANO

Si chiede a ogni gruppo di redarre in modo sintetico una proposta di riorganizzazione del Movimento, esclusivamente su questi quattro argomenti. Anche singoli attivisti potranno ovviamente presentarne una ma è  preferibile che si sottoponga la propria idea prima al gruppo di appartenenza per trovare in quella sede una sintesi.

Non verranno posti all’ordine del giorno argomenti che prescindano da questi sopraesposti. Non saranno ammessi interventi su problematiche di singoli gruppi, su temi politici locali e nazionali o che comunque non siano inerenti all’argomento.

Si dà per scontato che chiunque sostenga e presenti proposte abbia letto e compreso il codice etico e lo statuto del Movimento.

Per i gruppi che non potranno partecipare alle assemblee di Milano, Mantova e Lecco, il 3 maggio verrà messo a disposizione un form on line dove caricare le proprie proposte.

All’inizio della giornata i partecipanti all’assemblea si divideranno liberamente in tre gruppi di lavoro:

  1. organizzazione del movimento

  2. rapporti con le liste civiche e nuove regole per i consiglieri comunali

  3. temi relativi alle discussioni su Rousseau

I partecipanti ai tre gruppi avranno il compito di individuare uno o più moderatori della discussione, esporre le varie proposte, aprire il confronto su di esse, fare sintesi e aggregare proposte similari, riassumere in un unico sintetico documento scritto le varie proposte emerse.

La fase finale dell’assemblea si svolgerà in plenaria. Le proposte emerse e sintetizzate nei gruppi di lavoro verranno presentate e messe ai voti. Saranno raccolte e riportate anche le posizioni minoritarie.

TEMPISTICHE

Ore 9.30 ritrovo

Ore 9.45 presentazione assemblea (finalità, tempistiche e organizzazione dell’incontro)

Ore 10 suddivisione in gruppi di lavoro e inizio esposizione/confronto delle proposte

Ore 13 pausa pranzo

Ore 14 i gruppi di lavoro aggregano le proposte emerse e stilano un documento di sintesi

Ore 15.30 in plenaria vengono presentate e votate le proposte emerse nei gruppi di lavoro

Ore 17.00 chiusura lavori

Grazie e un caro saluto a tutti!

Gianmarco Corbetta

Giovanni Currò

Riccardo Olgiati

Davide Tripiedi

Alberto Zolezzi

Commenti chiusi