07. Maggio 2018 · Commenti disabilitati su Sergio Bramini, compriamo tutti insieme la sua casa per evitare lo sgombero! · Categorie:Lavoro, M5S, Monza · Tag: , , ,

Un nuovo tentativo concreto per salvare la casa di Sergio Bramini: è la raccolta fondi messa in piedi all’associazione San Giuseppe, un gruppo di imprenditori, per comprargli la casa ed evitargli così lo sgombero fissato per il 18 maggio.

Per chiarire meglio l’iniziativa riporto di seguito alcuni passi della spiegazione pubblicata sul sito delle Iene.

Per evitare lo sgombero servono all’incirca 450.000 euro, e per raggiungere l’obiettivo l’associazione San Giuseppe ha dato il via a un crowdfunding sulla piattaforma Gofundme, che non applicherà alcuna commissione alla raccolta fondi. Per donare basta cliccare qui e inserire i propri dati di carta di credito, Paypal o bonifico bancario.”

“Il meccanismo che hanno messo in piedi gli imprenditori dell’associazione San Giuseppe funzionerà così. E’ stata costituita una srl a nome della figlia di Sergio Bramini, Lisa. Gli imprenditori dell’associazione sono andati a trattare con MPS e Italfondiario (la banca senese ha venduto all’ente il mutuo su casa Bramini) e con il curatore fallimentare, per poi mandare un’offerta scritta per acquistare la casa di Bramini da parte della srl a nome della figlia, che nel frattempo si spera abbia la liquidità necessaria grazie alla raccolta fondi. Restano dieci giorni per completare l’operazione, e cioè per fare un versamento alla banca e al creditore fallimentare, che dovrebbero così fare l’istanza di rinuncia alla procedura esecutiva. Con quel documento in mano gli imprenditori correranno immediatamente dal giudice di Monza per bloccare lo sloggio di casa Bramini e l’asta, prevista per metà luglio.”

“Qualora la somma raccolta non dovesse essere sufficiente per raggiungere i 450.000 euro necessari per comprare la casa di Sergio Bramini, l’associazione San Giuseppe dirotterà i fondi per la difesa legale dell’imprenditore brianzolo. Se invece le donazioni supereranno il minimo previsto, una parte sarà destinata a salvare casa Bramini e con il rimanente verrà costituita un’associazione che camminerà al fianco degli imprenditori che si sono ritrovati nella stessa situazione di Sergio.”

Condividiamo al massimo e salviamo la casa di Sergio Bramini!

Commenti chiusi