Accolta favorevolmente dalla Giunta Regionale la proposta del MoVimento 5 Stelle di investire parte dei 55 milioni di euro destinati alla valorizzazione del complesso monumentale della Villa Reale e del Parco di Monza per il recupero dell’edificio ex Borsa per l’Istituto d’Arte e liceo artistico Nanni Valentini. Ancora »

8

Si del Consiglio regionale della Lombardia a un ordine del giorno al Bilancio, proposto da me e fatto proprio da tutti i membri della Commissione Cultura, che chiede al Presidente Maroni di reperire le risorse necessarie per la ristrutturazione dell’ISA/Liceo Artistico Nanni Valentini. La scuola è  inserita nel complesso architettonico della Villa Reale di Monza ed è da molto tempo bisognosa di ristrutturazione tanto che nell’estate del 2011 è stata riscontrata l’inagibilità di uno degli edifici scolastici denominato ex-Borsa, nel quale erano collocate otto aule ed un laboratorio.

Dopo una mozione approvata ad inizio anno all’unanimità per chiedere la ristrutturazione dell’edificio, il Consiglio Regionale torna ad occuparsi dell’ISA, grazie alla pressione positiva della direzione scolastica, dei rappresentanti degli studenti e dei genitori. Insieme alla collega del PD Barzaghi e al Comune di Monza, abbiamo insistito perché la Regione prendesse realmente a cuore la questione, favorendo un incontro tra i rappresentanti dell’istituto e l’Assessore alla partita, Valentina Aprea, tenutosi nei giorni scorsi.

Oggi arriva questo ulteriore atto, votato all’unanimità, per chiedere un impegno concreto al Presidente Maroni. Speriamo sia davvero la volta buona. E’ urgente reperire risorse economiche per il recupero dell’edificio ex Borsa per far fronte ai bisogni logistici del liceo, garantire la sicurezza per docenti e studenti e conservare un bene storico culturale.

Teniamo particolarmente al liceo che oltre a dare lustro a Monza ospita giornalmente circa 900 ragazzi ed è per loro, oltre che un luogo di educazione, apprendimento e cultura, anche un luogo di vita: passano, infatti, molte ore della loro esistenza nei locali scolastici e necessitano di essere ospitati in luoghi sicuri, igienicamente puliti e funzionali, gradevoli.

Il diritto allo studio passa anche da ambienti idonei e accoglienti per gli studenti!

20090000_isa_monza_604x404

Dopo sette mesi è pervenuta dall’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro la risposta ad una mia interrogazione che chiedeva azioni di valorizzazione dell’Istituto Superiore d’Arte ospitato nell’edificio ex Borsa del Parco della Villa Reale di Monza.

In particolare chiedevo alla Giunta se sia mai stato valutato un piano di ristrutturazione dell’Istituto Superiore d’Arte, se sia stato pianificato con la Provincia di Monza e Brianza un piano di manutenzione e un intervento tempestivo per prevenire ulteriore degrado dell’immobile, che già oggi versa in condizioni precarie.

L’Assessore Aprea ha spiegato che la Provincia di Monza e Brianza “non ha a disposizione le risorse necessarie per poter sostenere gli interventi funzionali a prevenire un ulteriore ammaloramento dell’immobile”. E ha ammesso che “la soluzione non è né dietro l’angolo, né semplice, però Regione Lombardia segue questo caso”.

Sono molto deluso dalla risposta della Giunta (che, per altro, si è fatta attendere 7 mesi…) perché di fatto non c’è la volontà di contribuire concretamente, sul piano finanziario, a risolvere il problema. Il senso di questa mia interrogazione era proprio quello di chiedere che in qualche modo le risorse arrivassero dalla Regione.

Va bene l’attenzione e la volontà di seguire tutto l’iter, però se la Regione non investe delle risorse per garantire il decoro della sede dell’istituto, il problema resterà irrisolto ancora per molto tempo!