Accolta favorevolmente dalla Giunta Regionale la proposta del MoVimento 5 Stelle di investire parte dei 55 milioni di euro destinati alla valorizzazione del complesso monumentale della Villa Reale e del Parco di Monza per il recupero dell’edificio ex Borsa per l’Istituto d’Arte e liceo artistico Nanni Valentini. Ancora »

Nei giorni scorsi ho ricevuto una segnalazione da alcuni genitori i cui figli sono stati male lo scorso 16 novembre dopo aver pranzato in mensa scolastica ad Arcore. Secondo i dati raccolti dai genitori sarebbero circa 500 gli alunni coinvolti; invece secondo il Comune sarebbero “solo” 50.

In relazione all’accaduto le Ats competenti hanno eseguito verifiche sia a scuola che presso il centro di preparazione dei cibi della Cir Food senza rilevare alcuna anomalia. L’Ats ha trasmesso al comune solo un documento riassuntivo e molto generico che poi è stato girato ai genitori. Secondo l’Ats e il Comune il caso è sostanzialmente chiuso, mentre alcuni genitori vorrebbero andare a fondo della questione e per cominciare vorrebbero vedere le analisi complete effettuate dalle Ats.

Ancora »

Come negli anni precedenti, il ritornello che ci siamo sentiti ripetere dalla giunta è sempre lo stesso.

Ci sono i tagli ai trasferimenti da parte dello stato centrale; abbiamo un residuo fiscale superiore ai 50 miliardi di euro all’anno, che se rimanessero in regione potrebbero risolvere tutti i problemi; abbiamo il vincolo del pareggio di bilancio che non ci permette di fare investimenti come in passato e via discorrendo…

Sono tutte argomentazioni che non intendo certo mettere in discussione: si tratta di dati di fatto con cui noi dobbiamo giocoforza fare i conti, che ci piaccia o no. Il problema per noi è il modo in cui le risorse disponibili vengono spese.

Ancora »

8

Si del Consiglio regionale della Lombardia a un ordine del giorno al Bilancio, proposto da me e fatto proprio da tutti i membri della Commissione Cultura, che chiede al Presidente Maroni di reperire le risorse necessarie per la ristrutturazione dell’ISA/Liceo Artistico Nanni Valentini. La scuola è  inserita nel complesso architettonico della Villa Reale di Monza ed è da molto tempo bisognosa di ristrutturazione tanto che nell’estate del 2011 è stata riscontrata l’inagibilità di uno degli edifici scolastici denominato ex-Borsa, nel quale erano collocate otto aule ed un laboratorio.

Dopo una mozione approvata ad inizio anno all’unanimità per chiedere la ristrutturazione dell’edificio, il Consiglio Regionale torna ad occuparsi dell’ISA, grazie alla pressione positiva della direzione scolastica, dei rappresentanti degli studenti e dei genitori. Insieme alla collega del PD Barzaghi e al Comune di Monza, abbiamo insistito perché la Regione prendesse realmente a cuore la questione, favorendo un incontro tra i rappresentanti dell’istituto e l’Assessore alla partita, Valentina Aprea, tenutosi nei giorni scorsi.

Oggi arriva questo ulteriore atto, votato all’unanimità, per chiedere un impegno concreto al Presidente Maroni. Speriamo sia davvero la volta buona. E’ urgente reperire risorse economiche per il recupero dell’edificio ex Borsa per far fronte ai bisogni logistici del liceo, garantire la sicurezza per docenti e studenti e conservare un bene storico culturale.

Teniamo particolarmente al liceo che oltre a dare lustro a Monza ospita giornalmente circa 900 ragazzi ed è per loro, oltre che un luogo di educazione, apprendimento e cultura, anche un luogo di vita: passano, infatti, molte ore della loro esistenza nei locali scolastici e necessitano di essere ospitati in luoghi sicuri, igienicamente puliti e funzionali, gradevoli.

Il diritto allo studio passa anche da ambienti idonei e accoglienti per gli studenti!

5

Gli studenti dell’istituto d’arte di Monza sono scesi in piazza questa mattina dopo che si è appreso dalla risposta ad una mia interrogazione che la Regione non è intenzionata a stanziare i fondi per la ristrutturazione della sede della loro scuola, l’edificio storico ex Borsa all’interno della Villa Reale.

Di proprietà del Comune e della Regione, l’edificio, inagibile da anni, sta letteralmente cadendo a pezzi! Faremo di tutto per convincere Maroni a tirare fuori i soldi! 

Ancora »

20090000_isa_monza_604x404

Dopo sette mesi è pervenuta dall’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro la risposta ad una mia interrogazione che chiedeva azioni di valorizzazione dell’Istituto Superiore d’Arte ospitato nell’edificio ex Borsa del Parco della Villa Reale di Monza.

In particolare chiedevo alla Giunta se sia mai stato valutato un piano di ristrutturazione dell’Istituto Superiore d’Arte, se sia stato pianificato con la Provincia di Monza e Brianza un piano di manutenzione e un intervento tempestivo per prevenire ulteriore degrado dell’immobile, che già oggi versa in condizioni precarie.

L’Assessore Aprea ha spiegato che la Provincia di Monza e Brianza “non ha a disposizione le risorse necessarie per poter sostenere gli interventi funzionali a prevenire un ulteriore ammaloramento dell’immobile”. E ha ammesso che “la soluzione non è né dietro l’angolo, né semplice, però Regione Lombardia segue questo caso”.

Sono molto deluso dalla risposta della Giunta (che, per altro, si è fatta attendere 7 mesi…) perché di fatto non c’è la volontà di contribuire concretamente, sul piano finanziario, a risolvere il problema. Il senso di questa mia interrogazione era proprio quello di chiedere che in qualche modo le risorse arrivassero dalla Regione.

Va bene l’attenzione e la volontà di seguire tutto l’iter, però se la Regione non investe delle risorse per garantire il decoro della sede dell’istituto, il problema resterà irrisolto ancora per molto tempo!

pizzigoni

 

Purtroppo da oggi non è più on line il video che testimonia la visita che io e il collega Andrea Fiasconaro abbiamo fatto alla Scuola Rinnovata Pizzigoni di Milano Bovisa.

Abbiamo ricevuto una lettera da parte dell’avvocato della professoressa che compariva nel video, che ci intimava di cancellare il video, accusandoci di aver voluto fare propaganda al MoVimento e di non essere stati chiari sulla veste con la quale andavamo in visita.

Questa è stata la nostra risposta: Ancora »

Insieme al collega Andrea Fiasconaro sono andato in visita presso la scuola di Milano Bovisa “Rinnovata Pizzigoni”, una “oasi scolastica” che applica il metodo di formazione dalla pedagogista Giuseppina Pizzigoni. La scuola, costruita nei primi anni del ‘900, rimane ancora oggi uno degli istituti più innovativi di tutto il Paese.

Vogliamo sottoporre questo virtuoso esempio in Regione Lombardia e lavorare perché questo modello possa essere applicato, almeno in parte, anche nelle altre scuole lombarde, visto che spesso e volentieri esistono spazi e strutture non sfruttate al massimo delle potenzialità.

“Il metodo della Rinnovata vuole poche parole e molti fatti;
vita attiva del bambino a contatto con molte cose
e con molti fatti e con molte persone.
Le poche parole del maestro devono guidare lo scolaro
alle buone impressioni,
devono chiarire, correggere dove fosse necessario.
Ricordiamo che i fatti sono di chiarezza adamantina,
se portati al ragazzo con gradazione,
con ordine, con metodo.
Il metodo della Rinnovata mette
al primo posto il dar forza al corpo
e allo spirito dello scolaro attraverso
la vita della scuola,
che è costituita di ricca esperienza.”
(G. Pizzigoni, Le mie lezioni ai maestri d’Italia)

20090000_isa_monza_604x404

Su sollecitazione del Preside e del Comitato Genitori, ho depositato un’interrogazione alla giunta regionale sulle cattive condizioni nelle quali versa l’Istituto Statale d’Arte Liceo Artistico Statale di Monza, inserita nel complesso architettonico della Villa Reale, e sul mantenimento e la sicurezza degli edifici scolastici.

La scuola ospita giornalmente circa 900 ragazzi ed è per loro, oltre che un luogo di educazione, apprendimento e cultura, anche un luogo di vita: passano, infatti, molte ore della loro esistenza nei locali scolastici e necessitano di essere ospitati in luoghi sicuri, igienicamente puliti e funzionali, gradevoli nell’aspetto.

L’istituto é inserito nel complesso architettonico della Villa Reale e ha bisogno di ristrutturazione tanto che nell’estate del 2011 è stata riscontrata l’inagibilità di uno degli edifici scolastici denominato ex-Borsa, nel quale erano collocate 8 aule ed un laboratorio della stessa scuola.

Chiediamo alla Giunta regionale se è stato valutato un piano di ristrutturazione dell’Istituto Superiore d’Arte, se sia stato pianificato, con la Provincia, un piano di manutenzione e intervento tempestivo per prevenire ulteriore degrado dell’immobile e se sono previsti piani di ristrutturazione della ex-borsa. E’ necessario infatti consentire l’ampliamento dell’attività didattica e formativa, come auspicato dalla Direzione della scuola, dagli studenti e dalle famiglie!