Oggi un quotidiano online (non metto il link per evitare pubblicità gratuita e decisamente poco meritata), fa l’elenco di chi, all’interno del Movimento 5 Stelle della Lombardia, starebbe con Luigi Di Maio e con Roberto Fico, tirando di mezzo anche me.

Il giochetto delle fazioni interne alle forze politiche, del chi sta con chi, non mi ha mai appassionato. Non mi riconosco in nessuna categoria: ortodossi, pragmatici, talebani e chi più ne ha più ne metta. Io sto con il MoVimento 5 Stelle, punto e basta. A differenza di chi sussurra all’orecchio dei giornalisti, non ho tempo da perdere per trastullarmi con queste idiozie.

Così come non esiste nessun “Vietnam nel gruppo consiliare regionale”. E’ del tutto falso che “già nel passato si dovette procedere a più interventi da parte di Beppe Grillo per riportare la pace tra gli eletti, continuamente in lite”. Per quanto mi riguarda, mi trovo in piena sintonia con la quasi totalità dei miei colleghi, altro che Vietnam.

Chi racconta ai giornalisti queste storie persegue solo il suo tornaconto personale, non certo il bene del MoVimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *