Era il 25 ottobre del 2010 quando il M5S chiedeva per la prima volta di fare uno studio epidemiologico sulla salute dei cittadini che vivono nei pressi dell’inceneritore.
Ci sono voluti 7 anni di battaglie ma alla fine ci stiamo arrivando!
La prima cosa da fare era commissionare uno studio per capire dove ricadono i fumi del forno. Questo studio è stato finalmente fatto e il Giorno di oggi anticipa in anteprima i risultati!
Come si vede dalla mappa sono 9 i comuni dove ricadono gli inquinanti emessi dall’inceneritore:
DESIO
BOVISIO MASCIAGO
VAREDO
CESANO MADERNO
NOVA MILANESE
LISSONE
LIMBIATE
SEREGNO
PADERNO DUGANO
 
Desio, Bovisio e Varedo vengono toccati praticamente su tutto il territorio, Cesano Maderno su circa la metà mentre gli altri solo su una parte. Ora ci vorrà un altro anno per avere i risultati dello studio epidemiologico e capire se questi fumi hanno portato un aumento di malattie (maggiori dettagli in edicola).
 
La zona più scura è quella coinvolta più pesantemente. Io ho vissuto per 32 anni nella zona arancio, la più colpita; ora sto sul confine tra il giallo più chiaro e quello più scuro… 

3 commenti

  1. Ci stanno avvelenano nel silenzio più assordante, viviamo costantemente con un nemico invisibile che sembra non interessare ai piu.Grazie per aver diffuso questo studio…

    Rispondi

    • Vero, ci stanno avvelenando, molta responsabilità comunque, va data anche ai cittadini che se ne infischiano di ciò che accade intorno a loro.
      Su questo menefreghismo le varie amministrazioni ci giocano

      Rispondi

  2. claudio cassella

    Non dobbiamo pensare che i rifiuti che entrano in un inceneritore si accendono con un fiammifero.
    Viene usato GAS METANO…..

    Demenziale e Pazzesco !!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *