scandalo cucina ospedale desio
Nei giorni scorsi è esploso il caso della cucina dell’ospedale di Desio, chiusa nel mese di settembre e sottoposta a bonifica per la presenza di scarafaggi ed escrementi di topi. Secondo quanto riportato dai mezzi d’informazione, il problema sarebbe emerso in occasione del passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo gestore dei servizi di ristorazione.
E’ gravissimo che la cucina di un ospedale pubblico sia stata così trascurata nell’igiene ed è molto preoccupante la sensazione che siano mancate le dovute verifiche da parte dell’ospedale.

Perché gli addetti ai controlli interni non hanno fatto alcuna segnalazione?
Perché la situazione esistente non è stata tempestivamente comunicata dalla Direzione Generale della ASST di Monza?
Sono stati rilevati casi di malore dopo il consumo di pasti provenienti dalla mensa?
Per quale motivo è stata indetta una nuova gara considerando che il precedente appalto non era ancora giunto alla naturale scadenza?
Quali provvedimenti, anche disciplinari, saranno messi in atto?Per dare una risposta a questi e ad altri interrogativi, in mattinata ho protocollato un’interrogazione rivolta all’assessore competente.

Problemi igienici di tale gravità sono totalmente inaccettabili, specie all’interno di una struttura sanitaria: occorre fare massima chiarezza su tutti gli aspetti della vicenda e garantire adeguata prevenzione affinché quanto accaduto non si ripeta, né a Desio e né in qualsiasi altro ospedale lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *