incendiNel corso del 2015 e del 2016 si è registrato un notevole aumento degli incendi presso gli impianti che trattano i rifiuti differenziati. La regione più colpita è il Veneto ma il fenomeno è diffuso in tutta la penisola, inclusa la Lombardia. Si tratta di eventi prevalentemente dolosi sui quali la magistratura e le forze dell’ordine stanno indagando.

E’ un fatto gravissimo e molto inquietante: mettendo fuori uso gli impianti che trattano rifiuti differenziati come la plastica, si corre il rischio che la filiera del riciclo, già sotto pressione, vada al collasso, provocando l’accumulo dei rifiuti nelle strade o un dirottamento forzato verso inceneritori e discariche.

E’ ancora presto per trarre conclusioni, ma sembrerebbe che dietro il fenomeno ci sia un preciso disegno criminale per difendere interessi che in Italia potrebbero essere danneggiati dalla continua crescita della raccolta differenziata.

Come gruppo M5S in consiglio regionale abbiamo condiviso la preoccupazione di alcuni operatori del settore e ci siamo immediatamente attivati per rappresentare la gravità della situazione alla Giunta regionale. Gli uffici di Regione Lombardia si stanno già muovendo per cercare soluzioni; da parte nostra continueremo a seguire l’evoluzione della crisi in atto e faremo tutto il possibile per scongiurare il rischio di una vera e propria emergenza rifiuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *